In che modo l’attività fisica influisce sul metabolismo

attività fisicaIl metabolismo è come una stufa a legna. Quando si inserisce un pezzo di legno, il fuoco diventa più rovente e produce più calore. Una volta consumato, il fuoco si affievolisce fino a lasciare solo i carboni, fino a quando non si inserisce un altro ciocco di legno.

Quindi in generale quando si fa attività fisica il metabolismo lavora più intensamente e produce più energia per i muscoli ma la tipologia di attività fisica fa la differenza sull’intensità con cui lavora il metabolismo.

Prima di entrare nello specifico delle tipologie di attività che consentono di intensificare il metabolismo, parliamo delle tre procedure con cui si bruciano le calorie:

1. Tasso metabolico a riposo(TMR)

Questo è il tasso del metabolismo che si ha quando si sta seduti, quando si dorme, quando si sta in piedi, ecc. Rappresenta circa il 75% del tempo in cui il metabolismo è all’opera e per la maggior parte è un tasso abbastanza costante fino a quando non si mangia o non si fa attività fisica.

2. Effetto termico del cibo (ETDC)

Quando si mangia qualcosa, il metabolismo passa in modalità ETDC per digerire e lavorare il cibo appena consumato. Questo rappresenta il 10% del tempo durante il giorno. Consumando sei piccoli pasti al giorno, si mantiene il ETDC a un tasso più stabile rispetto a quando si consumano tre pasti al giorno, avendo così un tasso più ciclico, perché si ha sempre del cibo nello stomaco e il metabolismo rimane in modalità ETDC più a lungo.

3. Dispendio energetico dell’attività fisica (DEDAF)

Quando si inizia ad allenarsi, si consuma più energia rispetto agli altri due metodi poiché il fisico deve lavorare più intensamente per tenersi al passo con l’aumento di energia richiesta. Lavare i piatti, fare le scale, fare il bucato ecc., tutto può essere considerato un’attività proprio come l’allenamento e quindi manterrà il metabolismo in modalità DEDAF.

Che tipo di attività fisica farà la differenza?

Quando si fa attività fisica in generale si influisce sul DEDAF del metabolismo, tipologie diverse di attività fisica influiscono più di altre. Per esempio, è facile capire che si bruciano più calorie se si corre per 20 minuti rispetto a quelle consumate se si cammina per gli stessi 20 minuti. In entrambi i casi si utilizzano gli stessi muscoli inferiori ma a un tasso diverso.

Esiste una grande differenza in termini di DEDAF tra allenamento cardio e di resistenza. Esiste anche una differenza tra le tipologie di allenamento cardio. Gli allenamenti a bassa intensità e resistenza si concentrano di più sul bruciare i grassi e non sul glucosio immagazzinato nei muscoli.

Ma l’allenamento ad alta intensità (HIIT) e il sollevamento pesi, si concentrano sul bruciare il glucosio immagazzinato nei muscoli. Tale glucosio deve essere sostituito pertanto il DEDAF rimane più alto e più duraturo anche dopo la fine dell’allenamento. Ovviamente, più si produce massa muscolare, più calorie si bruciano anche a un tasso TMR.

 

Share |
Tags: